Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina
Sei in:   Home La professione Accesso alla professione

Accesso alla professione

condividi su FaceBook invia con Twitter

Per esercitare la professione di assistente sociale occorre:

Sez. A – “Assistente sociale specialista”: possesso della laurea magistrale nella Classe 87 “Servizio sociale e politiche sociali” e superamento dell’esame di Stato di abilitazione professionale per l’iscrizione all’Albo professionale - sezione A “Assistente sociale specialista”, secondo quanto previsto dal D.P.R. del 5 giugno 2001, n. 328 capo IV.

Sez.B - “Assistente sociale”: possesso della laurea nella Classe 39 “Servizio sociale” e superamento dell’esame di Stato di abilitazione professionale per l’iscrizione all’Albo professionale - sezione B “Assistente sociale”, secondo quanto previsto dal D.P.R. del 5 giugno 2001, n. 328 capo IV.

A seguito del conseguimento della laurea triennale è possibile accedere a corsi di perfezionamento, master di primo livello e altri corsi di specializzazione. Il conseguimento della laurea magistrale permette di accedere, oltre ai corsi sopra citati, a master di secondo livello e ai concorsi per i dottorati di ricerca.

Per avere un quadro completo dell'offerta universitaria e post-universitaria si rimanda al sito del MIUR, a quelli delle Università e ai siti specializzati.

Per conoscere le sedi degli Atenei nei quali sono attivati i corsi di laurea della classe 39 e della classe 87M, consultare il sito del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca:
 http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/universita/home.

Per avere un quadro completo riguardo ai Dottorati di Ricerca si rimanda ai siti delle Università, ai siti specializzati e alla Gazzetta Ufficiale - Sezione Concorsi.

I titoli di studio conseguiti all’estero devono essere sottoposti ad una procedura di riconoscimento da parte del Ministero della Giustizia, in base al D. Lgs. 27 gennaio 1992, n. 115.
Presso il Ministero è a tale scopo istituita una Conferenza dei Servizi composta da rappresentanti delle 28 professioni regolamentate.

Il professionista con un titolo conseguito all’estero, una volta valutata dalla Conferenza dei servizi la congruenza dei percorsi formativi, per poter richiedere l’iscrizione all’Albo, ove necessario, dovrà  completare la formazione con misure compensative che comportano periodi di tirocinio o un esame scritto e orale, ovvero percorsi di studio integrativo con prove finali. Maggiori informazioni sono disponibili alla apposita pagina sul sito del Ministero della Giustizia.

download .pdf