Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina

Documentazione del 2013

condividi su FaceBook invia con Twitter

scarica il file .pdf Seminario conclusivo - 30 maggio 2013
Il Progetto RIRVA. Roma, 23 maggio 2013
Franca Bonin, Vicepresidente dell’Ordine Nazionale degli Assistenti Sociali, è intervenuta lo scorso 23  maggio a Roma nel corso del seminario conclusivo del progetto RIRVA (vai al programma), il progetto di rete che collega le organizzazioni che operano in Italia sul tema del Ritorno Volontario Assistito, cui l’Ordine ha aderito già dall’estate del 2011 sostenendo le attività informative di progetto sia a livello nazionale che territoriale.
Nell’ambito di questo lavoro, è emerso come possa essere strategico il ruolo dell’Assistente Sociale nel fornire una corretta informazione sull'opzione del Rimpatrio Volontario Assistito ai cittadini migranti, di cui raccoglie i bisogni e accompagna in percorsi di risposta e sostegno facilitando il dialogo con le istituzioni e la rete dei servizi territoriali.
Proprio per questo, il Consiglio Nazionale dell'Ordine ha intensificato, nel corso degli ultimi mesi, il coinvolgimento degli Ordini regionali nella realizzazione delle sessioni informative nelle varie Regioni quali vere e proprie occasioni formative accreditate per i colleghi, ed ha supportato la Rete RIRVA nella redazione della “Guida per Operatori su RVA”, finalizzata ad indicare all’operatore dei servizi pubblici e privati di contatto con i migranti “Come informare, orientare ed accompagnare il migrante al Ritorno Volontario Assistito”. E’ chiara infatti la complessità e delicatezza della situazione che si trovano a vivere i migranti che decidono di tornare nei loro paesi di origine, incidendo sull’equilibrio e sul benessere psicosociale degli individui e famiglie migranti .
Pur ribadendo come CNOAS la disponibilità a proseguire la collaborazione nella prossima annualità di lavoro della Rete RIRVA, la Vicepresidente ha espresso una forte preoccupazione rispetto al prossimo smantellamento di questa Rete, faticosamente costruita, che avverrà a partire dai prossimi mesi se non verranno riviste le risorse a disposizione.
Il CNOAS deve ancora una volta segnalare come, di fronte ad apprezzamenti rispetto al ruolo di certi Servizi rivolti in particolare a persone in situazione di vulnerabilità, venga invece perseguita con una logica di un ulteriore svuotamento delle risorse a disposizione, con conseguenze pericolose sul fragile e già provato tessuto socioeconomico che caratterizza il nostro Paese negli ultimi anni.

In allegato la rassegna stampa dell'evento.  


scarica il file .pdf Scheda - 27 marzo 2013
Scheda di presentazione della Campagna informativa RVA
RITORNARE PER RICOMINCIARE
Un aiuto per ritornare volontariamente al tuo Paese

Questo il messaggio della campagna informativa sulla misura promossa dalla Rete RIRVA
come ri-edizione dell’omonima campagna realizzata dalla precedente az. 3.1.1., co-finanziata dal
FR 2009 e Ministero dell’Interno.
La scelta volontaria del migrante di ritornare nel proprio Paese d’origine è i una delle possibili
opzioni del processo migratorio ed è l’imprescindibile premessa dello strumento del Ritorno
Volontario Assistito (RVA).
Mentre il sostegno e l'assistenza, dalla preparazione del viaggio sino all’avvio di un processo di
reintegrazione socio-lavorativa nel Paese di origine, ne sono necessario corollario al fine di avere
un ritorno sicuro, dignitoso e sostenibile.

Scopo della campagna è informare i migranti sulle opportunità offerte in tema di ritorno
volontario assistito e l’esistenza di una Rete, per dare un supporto che possa promuovere
un ritorno sicuro, dignitoso e sostenibile.
L’intento è anche far emergere gli stereotipi e pregiudizi più comuni collegati al tema per
promuovere una maggiore consapevolezza ed utilizzo del ritorno come opportunità a disposizione
del migrante per evitare di cadere in uno stato di marginalità sociale e ritornare nel proprio paese
in condizioni di sicurezza e dignità;

I materiali
La campagna si attua a livello nazionale con la produzione e diffusione di un media mix strategico:
1 SPOT VIDEO 30”;
2 OPUSCOLI PLURILINGUE;
3 locandine in 3 lingue;
Tutti i materiali della campagna e contenuti informativi sulla misura per migrati ed operatori di
realtà di contatto degli stessi, sono disponibili in download sul sito www.reterirva.it

Piano di diffusione
1 E’ stata richiesta la pubblicazione del banner della campagna, inserito sull’home page del
sito RIRVA, agli oltre 330 aderenti alla Rete ed ai maggiori siti informativi e di servizio per
migranti.
2 Le Ambasciate e Consolati dei Paesi di Origine maggiormente coinvolti nel ritorno, verranno
inviate ad appendere la locandina della campagna e mettere a disposizione il materiale in
lingua presso le loro sedi;
3 Lo spot video 30” è stato diffuso dal 20 al 25 marzo 2013 sugli spazi di comunicazione
sociale della RAI e sul canale you tube del progetto e presso i partner del progetto;
4 La campagna è stata presentata ai media nazionali attraverso una conferenza stampa, il
27.03.13 a Roma.

IL PROGETTO RIRVA
Il Progetto “Rete Italiana per il Ritorno Volontario Assistito – Rete RIRVA IV fase”, è cofinanziato
dal 2009 dal Fondo europeo Rimpatri – FR e dal Ministero dell’Interno az. 7 del FR
AP 2011 ed è realizzato dal Consorzio nazionale Idee in Rete, in partnership con CIR, OXFAM
Italia e GEA coop. Soc. e Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali – CNOAS e
Fondazione ISMU.