Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina
Sei in:   Home Press and Media Comunicati Stampa 2013 La stagione calda dei diritti

La stagione calda dei diritti

condividi su FaceBook invia con Twitter
scarica il file .pdf

Comunicato stampa del 28 agosto 2013
Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali sull’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati e sul decreto legge contro il femminicidio.

I continui sbarchi, e l’ennesima tragedia del mare avvenuta sulle coste siciliane il 10 agosto 2013, inducono ancora una volta il Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali ad una riflessione politica ed operativa. “Non basta più esprimere cordoglio e solidarietà alle vittime ed ai migranti arrivati sulle coste siciliane - afferma la presidente Edda Samory. Occorre organizzare azioni e progetti per sollecitare la politica a trovare soluzioni per un adeguamento dei servizi, e per offrire un aiuto competente ai migranti e agli operatori coinvolti, così come alcuni colleghi del Consiglio Nazionale hanno avuto modo di testimoniare direttamente visto il loro coinvolgimento professionale in queste emergenze."

Il Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali ribadisce quindi la volontà di operare in loco, capitalizzando il lavoro fin qui svolto, affinché vengano garantiti ai minori stranieri non accompagnati e agli immigrati che sbarcano sulle nostre coste protezione e accoglienza adeguati ed affinché vengano realizzati inserimenti attraverso l’istituto dell’affido familiare, cosi come enunciato in più occasioni dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali.

********

L’altro importante avvenimento riguarda l’avvenuta approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del decreto legge contro il femminicidio, che segue la ratifica della Convenzione di Istanbul e aggiunge strumenti utili a far fronte ad un fenomeno drammatico, che richiede però anche un cambiamento ed una svolta culturale e civile.I continui sbarchi, e l’ennesima tragedia del mare avvenuta sulle coste siciliane il 10 agosto 2013, inducono ancora una volta il Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali ad una riflessione politica ed operativa. “Non basta più esprimere cordoglio e solidarietà alle vittime ed ai migranti arrivati sulle coste siciliane - afferma la presidente Edda Samory. Occorre organizzare azioni e progetti per sollecitare la politica a trovare soluzioni per un adeguamento dei servizi, e per offrire un aiuto competente ai migranti e agli operatori coinvolti, così come alcuni colleghi del Consiglio Nazionale hanno avuto modo di testimoniare direttamente visto il loro coinvolgimento professionale in queste emergenze."