Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina
Sei in:   Home Press and Media Comunicati Stampa 2013 Giornata internazionale del Servizio Sociale

Giornata internazionale del Servizio Sociale

condividi su FaceBook invia con Twitter
scarica il file .pdf

Comunicato stampa del 12 marzo 2013

L’Ordine degli Assistenti Sociali, nella sua natura giuridica di ente pubblico non economico, aderisce alla Giornata internazionale del Servizio Sociale 2013 prevista il 19 marzo e promossa dall’International Federation of Social Workers (IFSW) su “Promoting Social and Economic Equalities”; l’Ordine degli Assistenti Sociali si unisce alle associazioni di categoria e alle organizzazioni italiane che celebreranno questa Giornata proponendo una riflessione su esigibilità dei diritti e crescita, in un momento di forte criticità dell’attuale condizione sociale del Paese Italia, e non solo.

L’integrazione tra le politiche sociali, sanitarie, della giustizia, del lavoro, dell’abitare, dell’ambiente, della sicurezza e della formazione è indispensabile, perché il benessere della comunità non può svilupparsi senza un approccio integrato e globale.

Questa evidenza, aspetto centrale delle attività di Servizio Sociale, viene spesso disattesa creando di fatto una dispersione di risorse e di non rispetto dei diritti.

La disorganizzazione, la povertà di risorse, e anche una sempre maggiore precarietà dell’occupazione degli Assistenti Sociali, rischiano di cronicizzare le fragilità delle famiglie e delle persone, producendo nel medio e lungo periodo ulteriori costi e disagi sociali.

Chiediamo di valorizzare la sussidiarietà come elemento fondante per la crescita di persone, gruppi e comunità pienamente responsabili ed autonome, così come riteniamo che sia necessario, in questa situazione di crisi economica e sociale, focalizzarsi sul capitale umano e sulla formazione delle persone per una società equa e solidale.

La garanzia di percorsi formativi lungo l’arco della vita, qualitativamente adeguati alle esigenze del mercato del lavoro, ma altrettanto allo sviluppo della persona stessa, è notoriamente un investimento e non un mero costo. Il sistema formativo nel suo complesso e l’ambito della ricerca come sviluppo di conoscenze, innovazione, e recupero di risorse rappresentano fattori di crescita indispensabili.

Questo principio è stato recepito anche per la professione dell’Assistente Sociale in Italia; nel corso della scorsa legislatura infatti, un gruppo di parlamentari di diverse appartenenze politiche ha depositato una legge di riforma organica la professione di Assistente Sociale con particolare attenzione al percorso formativo accademico, volta a consolidare un’alta formazione di Servizio Sociale Professionale, e una forte tutela di coloro che utilizzano il Servizio Sociale.

L'Ordine ritiene infatti che professionisti altamente qualificati rappresentino un valido aiuto per superare le criticità delle politiche sociali e rispondano in modo adeguato alle necessità rappresentate.