Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina
Sei in:   Home Press and Media Comunicati Stampa 2016 Immigrazione, Turchia, Gazzi ĢIl futuro di quel Paese č anche il nostroģ

Immigrazione, Turchia, Gazzi ĢIl futuro di quel Paese č anche il nostroģ

condividi su FaceBook invia con Twitter
scarica il file .pdf

Comunicato stampa del 26 luglio 2016

Roma, 26 luglio 2016. “Non basta esprimere preoccupazione e sdegno per le azioni repressive e intimidatorie messe in atto in questi giorni in Turchia quali la proclamazione dello stato di emergenza, la sospensione della Convenzione europea dei diritti umani, la ventilata reintroduzione della pena di morte e le epurazioni di massa che colpiscono magistrati, docenti, giornalisti, intellettuali, dirigenti. Serve una riflessione tutta europea sulle gravissime conseguenze di atti che prefigurano la costituzione di un regime autoritario e repressivo.

Così come serve chiedersi se l'Europa possa ignorare i diritti umani dei cittadini turchi, delle minoranze presenti in quel Paese e di tutti i profughi che solo poche settimane fa abbiamo voluto affidare loro: si tratta di migliaia di persone, molto spesso bambini e donne, di cui ora non sappiamo nulla. Non sappiamo come siano gestiti, protetti e tutelati. L’Europa non può far finta di non vedere che, accalcati in Turchia, ci sono persone la cui sicurezza, crescita e sviluppo - per convenienza politica e per la paura che ci ha pervaso dopo i diversi attentati - abbiamo affidato proprio a quel Paese”.

Così Gianmario Gazzi, Presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali.

Leggi tutto

Leggi alcune uscite