Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina
Sei in:   Home Press and Media Comunicati Stampa 2017 Giustizia, esecuzione penale esterna, Gazzi: 'Con l’assunzione di 296 assistenti sociali mantenuto impegno di Orlando per il rafforzamento del servizio sociale'

Giustizia, esecuzione penale esterna, Gazzi: 'Con l’assunzione di 296 assistenti sociali mantenuto impegno di Orlando per il rafforzamento del servizio sociale'

condividi su FaceBook invia con Twitter
scarica il file .pdf

Comunicato stampa del 20 dicembre 2017

Roma, 20 dicembre 2017. “La decisione della Commissione bilancio della Camera di dare il via libera alla proposta di rendere funzionalmente più idonei gli Uffici di servizio sociale del Ministero della Giustizia - preposti alla esecuzione penale esterna dei minori e degli adulti in coerenza con la nuova attenzione del Legislatore verso forme trattamentali diverse dalla detenzione nonché di sospensione del procedimento penale dell’imputato e sua messa alla prova – prevedendo, per il triennio 2017/2019, l’assunzione di 296 assistenti sociali, va nella direzione giusta”.

Commenta così Gianmario Gazzi, presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, l’emendamento approvato nella notte alla Legge di Bilancio 2018.

“Si tratta di un risultato decisivo – dice ancora Gazzi - tutto finalizzato, nell’importante e delicatissimo campo della esecuzione penale esterna, a migliorare il servizio reso ai cittadini e che si inserisce nell’alveo della recente riforma della organizzazione del Ministero della Giustizia che ha ridisegnato, dopo decenni caratterizzati da tagli agli organici del personale, nessun turnover e tagli lineari alle risorse finanziarie, il nuovo ruolo del Servizio sociale ed in particolare della figura dell’assistente sociale.”

“Va dato atto al Ministro Orlando – conclude il presidente degli assistenti sociali italiani - di aver mantenuto l’impegno formulato nell’aprile del 2016 nel corso di un incontro con il Consiglio nazionale ed anzi di aver sensibilmente rafforzato la presenza degli assistenti sociali nell’esecuzione penale esterna. Inizialmente, infatti era prevista l’immissione di 60 nuove unitá nel biennio 2017-2018 ora invece salite alle 296 attualmente previste.”


Leggi alcune uscite