Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina
Sei in:   Home Press and Media Comunicati Stampa 2018 Giornata Migranti, Gazzi «ulteriore momento di riflessione su questo fenomeno globale»

Giornata Migranti, Gazzi «ulteriore momento di riflessione su questo fenomeno globale»

condividi su FaceBook invia con Twitter
scarica il file .pdf

Comunicato stampa del 12 gennaio 2018

Roma, 12 gennaio 2018. “La Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato che si celebra domenica in tutte le diocesi italiane sia un ulteriore momento di riflessione sul fenomeno delle migrazioni e sulle iniziative in difesa dell'accoglienza dei migranti e dei profughi. Credo anche sia utile avere sempre ben presente la dimensione del fenomeno a livello globale recentemente ricordata dalla Fondazione Migrantes: nel mondo, attualmente, sono circa un miliardo le persone in movimento - quasi un essere umano su sette - se si contano i 700 milioni di migranti interni, i 250 milioni di migranti esteri e gli oltre 68 milioni di migranti forzati a causa di guerre, persecuzioni, disastri ambientali. Numeri che impongono si affronti questo problema non in una visione locale quanto piuttosto tentando di individuare approcci e soluzioni davvero a livello planetario.”

Così Gianmario Gazzi, Presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali.

 “Credo anche che quanti hanno a cuore questi temi – prosegue - non possano non condividere l’invito a non girarci dall’altra parte anche perché nessuno ha a portata di mano ricette risolutive. E bene fanno quanti sostengono le iniziative previste in occasione di questa Giornata a ricordare che l'Italia sta facendo molto e che non siamo in presenza di "invasioni" come viene raccontato,  ma serve, invece, sempre tenere conto che da qualche anno il numero degli immigrati è sostanzialmente stabile e si aggira attorno ai 5 milioni, numero questo che corrisponde al numero degli italiani all'estero. Nel 2017, poi, i richiedenti asilo sono diminuiti e sono stati circa 125.000, circa il 34% in meno rispetto all'anno precedente”.
 
Gazzi sottolinea, infine, che “questa Giornata può anche essere spunto per ricordare il ruolo insostituibile svolto dalle comunità locali, dagli assistenti sociali e da tutti i diversi professionisti coinvolti in questo fenomeno nelle sue varie fasi: dallo sbarco, alla protezione, all'accompagnamento e alla costruzione di percorsi di integrazione e convivenza. E' evidente come la gestione delle problematiche riguardanti le migrazioni rappresenti un significativo banco di prova del grado di civiltà delle società che accolgono uomini e donne spesso disperati e in fuga da condizioni miserevoli, certamente coraggiosi nel mettere in gioco – e spesso a repentaglio – la propria vita”.