Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina

Dicono di noi nel 2015

condividi su FaceBook invia con Twitter

scarica il file .pdf Dicono di noi il 23 dicembre 2015
Mattarella: Mordeglia, Assistenti sociali 'un intervento alto e nobile'
(fonte: adn kronos)

“Un intervento alto e nobile che richiama tutti noi al senso di responsabilità nello svolgere al meglio e nell’interesse collettivo le funzioni che ciascuno è chiamato a ricoprire. Un appello alla cura della nostra Repubblica, ai suoi valori, ai suoi principi, che certamente non potrà non lasciare un segno nell’attuale dibattito politico. Un intervento degno di un grande statista quale è il nostro Presidente”.

Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali, sull’intervento svolto dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in occasione della tradizionale cerimonia per lo scambio degli auguri di fine anno con i rappresentanti delle istituzioni, delle forze politiche e della società civile.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 04 dicembre 2015
Disabili: Mordeglia “tanta strada per un pieno godimento di tutti i diritti"
(fonte: adn kronos, agenparl)

E' ancora lunga la strada da percorrere prima che - nel nostro Paese - possa giungere a compimento quel grande progetto morale che vede la mobilitazione di Istituzioni, associazioni e singoli cittadini affinché trovino piena cittadinanza i diritti delle persone affette dalle più diverse forme di disabilità.

La Giornata delle Nazioni Unite su questi diritti rappresenta un importante momento di riflessione sulla necessità che tutti gli ostacoli fisici, quali le varie tipologie di barriere architettoniche, e immateriali quali i pregiudizi, l'indifferenza ed addirittura l'ostilità siano abbattuti senza indugio."

Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 02 dicembre 2015
Minori: Assistenti sociali e giornalisti 'Serve un punto d’incontro tra riservatezza e diritto di cronaca'
(fonte: agenparl, adn kronos)

“Collaboriamo”: questo il messaggio chiaro, univoco e condiviso lanciato al termine del corso di formazione “Allontanamento dei minori tra diritto di cronaca e dovere di riservatezza, un confronto tra giornalisti e assistenti sociali” promosso dai Consigli nazionali dell’Ordine dei Giornalisti e degli Assistenti sociali. “Collaboriamo per denunciare le carenze dello Stato sociale e del welfare e la cattiva «non» informazione - fa sapere il Cnoas -, la cosiddetta TV del dolore, che fa scempio dei casi senza alcun riguardo per l’età dei soggetti coinvolti. Entrambe sono deleterie per tutti ma soprattutto per i minori, vittime innocenti e con nessuna possibilità di autotutela”


scarica il file .pdf Dicono di noi il 24 novembre 2015
Violenza donne: Mordeglia, Assistenti sociali, 'Potenziare i Centri'
(fonte: ansa, 9colonne, agenparl, adn kronos)

"Ci auguriamo che vengano non solo mantenuti ma decisamente potenziati i Centri antiviolenza e dei servizi alla persona, che svolgono fondamentali funzioni di assistenza sociale, legale e psicologica oltre che di accompagnamento al lavoro, che permette alle vittime di violenza di conquistare autonomia": è l'auspicio di Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, alla vigilia della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

 "Che nel nostro Paese circa 7 milioni di donne abbiano subito violenza è già  un dato di per sé agghiacciante – argomenta Mordeglia - perché riguarda una donna su tre tra i 16 e i 60 anni. Ma che nemmeno il 12% di queste abbiano avuto la forza di denunciarlo la dice lunga su quanta strada si dovrà ancora compiere per contrastare questo fenomeno che, troppo spesso, assume connotazioni tragiche. Tanto si e' fatto ma ancora tantissimo resta da fare".

scarica il file .pdf Dicono di noi il 20 novembre 2015
Minori: assistenti sociali, foto Aylan racconta drammi bambini e adolescenti
(fonte: adn kronos, redattore sociale, agenparl)

"Nella Giornata internazionale  per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza è l'immagine del  piccolo Aylan, il bambino iracheno di tre anni morto sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia, a raccontare meglio di tante parole i drammi che  vedono protagonisti bambini ed adolescenti. Accanto ad Aylan riposano  idealmente le altre centinaia di bambini che non sono sopravvissuti alle acque del Mediterraneo o alle marce forzate della rotta dei  Balcani. A queste morti la comunità internazionale assiste impotente,  divisa e lacerata".Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine degli assistenti sociali, in occasione della Giornata internazionale sui diritti dell'infanzia e  dell'adolescenza.

Leggi tutto


scarica il file .pdf Dicono di noi il 20 novembre 2015
Minori, Assistenti sociali: ecco linee guida su allontanamento
(fonte: Dire)

“Gli attori istituzionali non siano soli nel processo di allontanamento forzato del minorenne dalla propria famiglia. L’intervento a protezione di bambini e adolescenti non può essere condotto da un solo operatore: serve formazione e supervisione condivisa per creare interventi integrati, multiprofessionali e di rete”. È quanto chiedono le Linee guida per la regolazione dei processi di sostegno e allontanamento del minore presentate a Roma, a Palazzo Chigi.

Un testo in 17 punti redatto dal tavolo interistituzionale nato nel 2010 e promosso dal Consiglio nazionale degli Assistenti Sociali a cui hanno partecipato, tra gli altri, il garante e la Commissione parlamentare per l’Infanzia, le rappresentanze istituzionali di avvocati, giornalisti, giuristi, magistrati, pedagogisti e psicologi, oltre ai Ministeri degli Interni e della Giustizia, all’Arma dei Carabinieri, al Sindacato unitario degli Assistenti Sociali e all’Unione delle Camere minorili.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 18 novembre 2015
Parigi: Mordeglia, “Va superata la logica del momento del qui e ora dell'emergenza”
(fonte: agenparl, adn kronos)
“Guardiamo sgomenti e attoniti, con rabbia e dolore, ai tragici avvenimenti di Parigi. La concitazione di quelle - e anche di queste ore, purtroppo - rischia di farci dimenticare che i fatti di Parigi non sono isolati. Dal Kenia a Beirut, dalla Tunisia al Sinai: siamo di fronte ad un unicum del terrore che sembra prefigurare - come lo stesso Pontefice suggerisce - che sia davvero iniziata una Terza e frantumata, ma per questo non meno diabolica, Guerra mondiale".

Così Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali sugli attentati che hanno sconvolto la capitale francese.

Leggi alcune uscite

scarica il file .pdf Dicono di noi il 16 novembre 2015
Minori: allontanamento; presentate le nuove Linee guida
(fonte: ansa, agenparl, adn kronos, redattore sociale)
Sono state redatte da un Tavolo interistituzionale promosso dal Consiglio nazionale degli Assistenti sociali ed a cui hanno partecipato, tra gli altri, le Associazioni degli avvocati per la Famiglia e i minorenni, dei Magistrati per i Minorenni e la stessa Associazione Nazionale Magistrati; il Garante e la Commissione parlamentare per l’Infanzia; l’Associazione nazionale dei pedagogisti, i Consigli nazionali degli psicologi, dei giornalisti e quello forense; il Consiglio superiore della magistratura, il Dipartimento per le Politiche della Famiglia presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e i Ministeri degli Interni e della Giustizia; l’Arma dei Carabinieri; il Sindacato unitario degli assistenti  sociali e l’Unione delle Camere minorili. 
“Il provvedimento dell’allontanamento di un minorenne – ha detto Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali,  rappresenta un momento del complessivo processo di sostegno al minorenne di età e alla sua famiglia, affrontato sempre e solo nell’ottica di garantire lui e il suo benessere. Avviene, infatti, sempre per una esigenza di prevenzione e di protezione: la separazione genitori/figli ha lo scopo di tutelare i diritti dei minorenni e recuperare, ove possibile, con il sostegno dei servizi sociali e sanitari, la piena responsabilità genitoriale”.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 09 novembre 2015
Assistenti sociali: il Welfare è da cambiare
(fonte: Corriere della Sera)
Il commento della presidente Mordeglia ai dati sulla povertà infantile diffusi dall’Istat.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 05 novembre 2015
Istat: povertà minori; assistenti sociali, Paese si ribelli
(fonte: ansa, agi, agenparl)
“Il Paese deve ribellarsi al fatto che  in Italia un bambino su dieci versi in povertà assoluta: si
tratta di oltre un milione di minori di età, valore quasi doppio rispetto a solo quattro anni fa e addirittura triplicato rispetto al 2008". Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, commenta così i dati diffusi oggi dall'Istat. "Grave anche - prosegue Mordeglia – che addirittura più di un bambino straniero su tre, tra quanti risiedono nel nostro Paese, si trovi in condizione di povertà assoluta. Serve una ribellione delle coscienze, una mobilitazione del Paese che induca governo e Parlamento ad attuare interventi decisi in tempi estremamente rapidi".

Leggi alcune uscite


scarica il file .pdf Dicono di noi il 02 novembre 2015
Assistenti sociali, 'spina dorsale' del welfare
(fonte: avvenire.it)

Gli assistenti sociali possono essere considerati la spina dorsale dei sistemi di welfare avanzati svolgendo un ruolo cruciale per interpretare e organizzare i servizi di welfare, nonostante una significativa ristrutturazione di tali sistemi - in Europa come in Italia - stia cambiando il contesto in cui essi esercitano la loro professione. L'area della tutela e protezione dei minori di età è considerata fortemente radicata nella professione a conferma di un'attribuzione di ruoli e compiti ben presenti nella società italiana. Pur svolgendo una professione con un forte mandato pubblico, essi rappresentano un gruppo con una posizione relativamente debole nell’apparato pubblico e con limitate possibilità di incidere sull’imposizione di nuove priorità e compiti di lavoro che limitano significativamente l’autonomia professionale.

Questi alcuni dei risultati cui è giunta una ricerca sulla professione di assistente sociale presentata nella sala polifunzionale di Palazzo Chigi, a Roma, e che ha visto il coinvolgimento di oltre 2.700 professionisti sui 5.600 - in rappresentanza degli oltre 40mila complessivamente iscritti all’Albo - cui è stato somministrato un apposito questionario.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 29 ottobre 2015
Welfare: Assistenti sociali, riconosciuto il nostro ruolo in tutela e protezione
(fonte: ansa, agenparl, adn kronos, redattore sociale)
Gli assistenti sociali possono essere considerati la spina dorsale dei sistemi di welfare avanzati svolgendo un ruolo cruciale per interpretare e organizzare i servizi di welfare, nonostante una significativa ristrutturazione di tali sistemi - in Europa come in Italia - stia cambiando il contesto in cui essi esercitano la loro professione. Questi alcuni dei risultati cui è giunta una ricerca sulla professione di assistente sociale che ha visto il coinvolgimento di oltre duemila e settecento professionisti sui cinquemila e seicento - in rappresentanza degli oltre 40mila complessivamente iscritti all'Albo - cui è stato somministrato un apposito questionario.
"Una ricerca -spiega Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali- che ha permesso di rilevare le opinioni degli assistenti sociali italiani in merito ad una serie importante di questioni quali welfare, povertà, lavoro, e di rilevare, inoltre, il pensiero della professione in Italia in questa complessa fase socio-economica, fornendo chiavi di lettura e tendenze in atto.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 27 ottobre 2015
Assistenti sociali, indagine sul welfare
(fonte: ansa, agenparl)

Una ricerca sulle opinioni degli assistenti sociali italiani in merito allo stato del nostro welfare, sulla povertà e sul lavoro. E' quella che verrà presentata nella mattinata del prossimo 29 ottobre, a Roma (nella Sala Polifunzionale della presidenza del Consiglio dei ministri); la iniziativa nasce da una collaborazione tra l'Università di Lund (Svezia), l'Università di Helsinki (Finlandia), l'Università di Genova e il Consiglio nazionale degli assistenti sociali. A parteciparvi, fra gli altri, il sottosegretario al Lavoro Franca Biondelli, e la presidente dell'Ordine nazionale della categoria professionale, Silvana Mordeglia.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 26 ottobre 2015
Cantiere aperto per le tutele degli autonomi
(fonte: il Sole 24 Ore)
Il commento della presidente Mordeglia sul Jobs Act per gli autonomi annunciato dal Governo.

Dicono di noi il 16 ottobre 2015
Cittadinanza: Assistenti Sociali “ Passo in avanti, Senato approvi subito”
(fonte: fonte adn kronos, redattore sociale, agenparl)

 "E' un passo in avanti dell'intero Paese, una conquista di civiltà che colloca l'Italia a fianco di tanti grandi Paesi del mondo". Così  Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti Sociali commenta l'approvazione da parte della Camera della nuova legge sulla cittadinanza. "L'introduzione dello ius soli temperato - che riconosce che è italiano il bambino che nasce e cresce in Italia da genitori già stabilmente nel nostro Paese - e lo ius culturae - che consente di accedere alla cittadinanza anche a quei bambini che, arrivati in Italia in età  inferiore ai 12 anni, hanno concluso un ciclo di cinque anni di scuola nella Penisola - è davvero il segno che questa nostra Italia sta cambiando, e in meglio”.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 02 ottobre 2015
Giornata Memoria naufragio: nessuno dimentichi queste immani tragedie
(fonte: Agenparl, ADN Kronos, Redattore Sociale)

"Il fenomeno migratorio come quello che sta interessando in questi anni l'Europa, troppo spesso vede impreparati la politica, le istituzioni e la stessa società civile costrette a confrontarsi con situazioni nuove che impongono soluzioni nuove. Sia che provenga dal fronte sud attraverso il Mediterraneo o dalla rotta dei Balcani coinvolge centinaia di migliaia di donne e uomini in cerca di una vita migliore per sè e per i propri figli. Le difficoltà sono immense. I pericoli innumerevoli. E' un esodo che lascia dietro di sè una scia di sangue. Ricordare questi morti - troppi senza nome - e' un dovere civile, prima ancora che morale che dobbiamo onorare. E la Giornata della Memoria del naufragio del 3 ottobre di due anni fa e' una importante occasione di riflessione prima ancora che di ricordo e di pietà." Così Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali alla vigilia delle iniziative per ricordare il tragico affondamento di un barcone a largo di Lampedusa in cui perirono 368 persone avvenuto il 3 ottobre del 2013.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 21 settembre 2015
Giornata pace: Assistenti sociali, guerre causa migrazioni
(fonte: ansa, adn kronos, redattore sociale, agenparl)

“La Giornata internazionale della Pace non pone all’attenzione della comunità internazionale solo il tema della necessità del superamento di tutti i conflitti in atto, ma anche quello delle conseguenze che dalla mancanza di pace derivano: fame, violenza, persecuzioni, paura e grandi migrazioni di popoli. Fuggire dagli orrori della guerra, attraversare terre sconosciute, sfidare pericoli e altre malvagità umane è il destino di tante, troppe genti che proprio nelle migrazioni vedono la possibilità di speranza per un futuro migliore per sé e per i propri figli”.

Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 18 settembre 2015
MINORI. 'Su povertà educativa dati drammatici' Assistenti sociali preoccupati per report Save the Children
(fonte: dire, redattore sociale)

“L'abbandono scolastico è un problema gravissimo che rischia di minare alla radici le possibilità di crescita delle nuove generazioni; serve migliorare il rapporto tra scuola e territorio, indirizzare le poche risorse disponibili al sostegno delle famiglie in difficoltà che purtroppo sempre più spesso per tentare di gestire la loro quotidianità sono costrette a tagliare proprio sul versante dell’educazione dei figli”.

Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, commentando i dati resi noti da Save The Children sulla povertà educativa di bambini e adolescenti.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 14 settembre 2015
Minori: assistenti sociali, fatto ancora troppo poco
(fonte: ansa, agenparl, adn kronos)

“I drammatici dati sulla povertà educativa dei bambini e degli adolescenti italiani resi noti oggi da Save The Children rendono ancora più evidente lo squilibrio tra quanti sono in grado di accedere al circuito dell’educazione e della formazione scolastica e quanti vedono, invece, drasticamente limitate le opportunità che derivano dal poter disporre di strumenti idonei per affrontare la vita. Ancora una volta si tratta di dover rendere effettivamente fruibile a tutti un diritto universale garantito solo sulla carta”: così Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, commentando i dati sulla povertà educativa dei minori.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 03 settembre 2015
Migranti, Mordeglia: "Non si dica non abbiamo potuto salvare quel bambino"
(fonte: ansa, agenparl, adn kronos, redattore sociale)

"Siamo sconvolti: non ci sono più  parole per descrivere l'orrore per quel piccolo corpo abbandonato su una spiaggia, ennesima truce immagine di una altrettanto ennesima  disperazione rimasta inascoltata. Non tolleriamo piu' che si dica non abbiamo potuto salvare quel bambino." Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti" Sento di esprimere la rabbia e la frustrazione - continua -  di quanti come noi da anni, non da giorni, sottolineano la necessità di realizzare interventi concreti, e non di immagine, sull'accoglienza di chi fugge da situazioni di vera disperazione, di morte e di violenza, chiedendo, sin dai primi numerosi sbarchi, la costruzione di corridoi umanitari e di strutture di accoglienza non improvvisate.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 27 agosto 2015
Aggredito con acido: Assistenti sociali, spegnere riflettori.
(fonte: Ansa)

“Per il bene del piccolo Achille si spengano immediatamente tutte le luci mediatiche che hanno illuminato questi suoi primi giorni di vita: dalla sua nascita, morbosamente data in pasto all’opinione pubblica, fino ai giorni immediatamente successivi e la cui eco sembra non volersi spegnere”: così il Consiglio nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali sulla vicenda del figlio di Martina Levato e Alex Boettcher.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 26 agosto 2015
Professioni ordinate: una inchiesta de Il Sole 24 Ore sul calo - nell'ultimo decennio - degli iscritti agli Albi. Le dichiarazioni della Presidente Mordeglia
(fonte: Il Sole 24 ore)
Inchiesta del quotidiano economico che titola: Negli Albi si stringono le maglie dell'accesso, in dieci anni abilitati in calo del 33% ma anche gli esami di Stato perdono appeal (-15mila candidati).

scarica il file .docx Dicono di noi il 06 agosto 2015
Autismo, Mordeglia (Assistenti sociali): nuova legge sia applicata ed efficace in tutto il Paese
(fonte: agenparl, 9colonne, ADN Kronos)

''Con la nuova legge sull'autismo saremo in grado si svolgere ancora meglio il nostro lavoro a favore di

chi è affetto da autismo, garantendo, così, prestazione più efficaci alle famiglie che riusciranno a sentirsi finalmente e veramente meno sole". Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 05 agosto 2015
Assistenti sociali: "La marginalità non va in vacanza”
(fonte: ANSA, ADN Kronos, 9Colonne, Redattore sociale)
La presidente Mordeglia ricorda che quello estivo è uno dei periodi più difficili per chi ha problemi, perché le reti sociali, amicali e parentali si diradano. E invita la politica a riflettere su questi temi per ripartire a settembre con il verso giusto.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 17 luglio 2015
Professioni: Assistenti sociali, positivo incontro con Ministro Orlando
(fonte: ansa, adn kronos, 9Colonne)

“È stato un incontro molto positivo, nel corso del quale ho avuto modo di esaminare con il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, le più importanti questioni che riguardano la professione di assistente sociale. Tra i temi discussi, quelli relativi alla riorganizzazione del ministero della Giustizia, alla riforma della giustizia civile nonché altre questioni più specificamente attinenti la professione”.

Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli assistenti sociali, al termine dell’incontro con il Guardasigilli.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 16 luglio 2015
Istat: Assistenti sociali, 'una vergogna 10% minori poveri'
(fonte: adn kronos, La Repubblica, Quotidiano Sanità)

“Credo non si debba gioire troppo sul dato che vorrebbe essersi fermata la crescita della povertà. Se nel Sud è povera una famiglia su quattro si comprende bene quanto sia ancora lunga la strada per dare davvero dignità a quelle fasce di cittadini che oggi vivono – letteralmente – ai margini della comunità nazionale. Ma il dato che deve scuotere le nostre coscienze è senz’altro quello che si riferisce ai minori: 1 milione e 45 mila tra bambini e adolescenti – circa il 10% dei cittadini di quella fascia – vivono in una situazione di povertà. Questo è il numero che rappresenta la vergogna del Paese, un dato che mostra il limite ed il fallimento della politica che non è stata in grado di intervenire con l’efficacia necessaria”.

Così Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 06 luglio 2015
Il nuovo ruolo degli assistenti sociali
(fonte: Corriere economia)

Un simposio europeo degli assistenti sociali per affrontare quelli che saranno i tratti caratteristici della professione nei prossimi anni. Si è svolto qualche giorno fa a Milano con una vivace riflessione a tutto campo. Tra i temi emersi quello della formazione universitaria di servizio sociale che, nel nostro Paese, presenta gravi problemi di criticità.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 01 luglio 2015
Assistenti sociali: lo Stato non investe più nei servizi; sulla professione, serve migliorare l’insegnamento universitario
(fonte: askanews, adn kronos, redattore sociale)

Sono più di mille gli Assistenti Sociali che nell’Aula Magna dell’Università Bicocca provano a delineare i tratti caratteristici della professione nei prossimi anni. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del “Social Work Education in Europe”, assise internazionale che vede riuniti nel capoluogo lombardo, da oggi e fino a giovedì, esperti di numerosi Paesi europei ed extraeuropei per approfondire i temi legati alla formazione universitaria e permanente di quanti operano nei servizi sociali. 

“Gli ultimi dati relativi al nostro Paese sul finanziamento del Fondo per le politiche sociali che consente agli enti locali di gestire servizi per anziani, disabili, minori, famiglie in difficoltà – spiegano Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali e Renata Ghisalberti, Presidente del Consiglio regionale della Lombardia – non fanno altro che confermare il drammatico e inarrestabile ridimensionamento dell'impegno pubblico nelle politiche socio-assistenziali”.

Dal 'Simposium' è emerso anche che uno dei temi che sta particolarmente a cuore alla professione è quello della formazione universitaria di servizio sociale che, nel nostro Paese, presenta gravi problemi di criticità. L'insegnamento, ad esempio, solo in pochissimi casi è effettuato da esperti e docenti di servizio sociale incardinati all'interno dei Dipartimenti universitari e questo rende quasi impossibile lo svilupparsi della ricerca e degli approfondimenti che, invece, questa materia rende indispensabili.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 26 giugno 2015
Professioni: Assistenti Sociali, a Milano Simposium su futuro
(fonte: adn kronos)

Il ruolo che gli assistenti sociali sono chiamati a svolgere in una società in continua e rapida evoluzione sarà al centro di un Simposium che vede la partecipazione di oltre mille professionisti impegnati in ogni parte d'Italia nei servizi sociali e nelle altre aree di intervento che caratterizzano questa professione. L'iniziativa - ospitata all'Università Bicocca di Milano e particolarmente attenta agli aspetti della formazione - si inserisce nell'ambito del 'Social Work Education in Europe' che ha chiamato a raccolta nel capoluogo lombardo esperti internazionali da numerosi Paesi europei ed extraeuropei.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 18 giugno 2015
Migranti: Assistenti Sociali, trovare sintesi tra accoglienza e bisogno legalità
(fonte: 9Colonne, adn Kronos)

''Non v'è dubbio alcuno che sia arduo  trovare sintesi e coerenza tra la necessità di coniugare il doveroso
sostegno a chi fugge da fame, violenza e guerre ed i bisogni dei  cittadini in termini di legalità e sicurezza; ma è altrettanto fuori  di dubbio che quanto sta accadendo in questi giorni ai confini interni dell'Unione stia minando alle radici il sogno europeo dei Padri fondatori che hanno sempre posto in primo piano il valore della  persona, della vita, e del diritto di ogni uomo ad un futuro migliore''. Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionaledegli Assistenti sociali.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 16 giugno 2015
Assistenti sociali,da nord a sud si moltiplicano aggressioni
(fonte: ansa, adn kronos)

Mordeglia, ultimi drammatici casi a Bologna e Napoli

"E' ormai un bollettino di guerra quotidiano quello che riguarda le aggressioni e le minacce che giornalmente vengono subite dagli assistenti sociali: solo nelle ultime 24 ore Bologna e Napoli sono state al centro di episodi di violenza che solo per caso non hanno avuto drammatiche conseguenze": e' la denuncia di Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, che chiede unincontro urgente con il ministro dell'Interno Angelino Alfano.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 12 giugno 2015
Welfare, gli assistenti sociali ai governatori: 'Crescono le disuguaglianze'
(fonte: il Fatto Quotidiano.it)

Il presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, Silvana Mordeglia, chiede “un nuovo modello di welfare per abbattere steccati e superare l’asimmetria tra Servizio sanitario e Servizio sociale regionale”


scarica il file .pdf Dicono di noi il 12 giugno 2015
Welfare: assistenti sociali a neo governatori, cambiare rotta
(fonte: ansa, adn kronos - labitalia e salute)

“Il rischio che si intravede è che aumentino ancor di più le disuguaglianze, perché la differenziazione tra le diverse politiche di welfare consolida le diversità tra i territori. Serve un segno di discontinuità rispetto al passato, serve un nuovo modello di welfare in grado di abbattere steccati, così come superare l’asimmetria tra servizio sanitario regionale e servizio sociale regionale. Ma serve, soprattutto, un’azione comune volta a richiamare Governo e Parlamento alle rispettive responsabilità”. È uno dei passaggi di una lettera aperta che Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, ha inviato ai nuovi presidenti delle Regioni scaturiti dalla tornata elettorale di fine maggio.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 22 maggio 2015
Minori: Assistenti Sociali,investire di più in Servizi
(fonte: ansa, adn kronos)

“Serve investire di più nei Servizi sociali dei Comuni perché solo in tal modo è possibile dar vita ad una effettiva politica di sostegno ai minorenni che si trovano in situazioni di rischio ed alle loro famiglie” è quanto sottolinea in una nota il Consiglio Nazionale degli assistenti sociali.

“Serve farlo cercando anche di ridurre le diseguaglianze tra le aree del Paese. Non è accettabile che nel Nord i minorenni in carico ai Servizi sociali siano più del doppio rispetto al Sud: 47,7 su 1.000 come media nazionale, 63,1 al Nord, 44,5 al Centro, e appena 30,5 minorenni su 1.000 al Sud. Sono numeri, questi, che fanno capire come nel nostro Paese non vi siano diritti certi ed esigibili su tutto il territorio nazionale: se così è - e i dati questo dicono - allora è ineludibile una seria e profonda modifica del Titolo V della Costituzione che sani questo vulnus inaccettabile”.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 18 maggio 2015
Assistenti sociali,da nord a sud si moltiplicano aggressioni
(fonte: ansa, adn kronos)
Mordeglia, ultimi drammatici casi a Bologna e Napoli.

"E' ormai un bollettino di guerra quotidiano quello che riguarda le aggressioni e le minacce che giornalmente vengono subite dagli assistenti sociali: solo nelle ultime 24 ore Bologna e Napoli sono state al centro di episodi di violenza che solo per caso non hanno avuto drammatiche conseguenze": è la denuncia di Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, che chiede unincontro urgente con il ministro dell'Interno Angelino Alfano.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 18 maggio 2015
Omofobia: Assistenti sociali, Parlamento approvi legge
(fonte: ansa, dire, redattore sociale)
"Ci auguriamo che al più presto il Parlamento italiano doti il nostro Paese di una norma che
disciplini le unioni civili tra persone dello stesso sesso che, prevedendo un regime giuridico equiparabile a quello previsto dal matrimonio, risponda all'obbligo del rispetto dei principi di uguaglianza e di realizzazione della persona sanciti dalla nostra Costituzione".

Lo afferma il Consiglio Nazionale degli Assistenti sociali in occasione della Giornata Internazionale contro l'Omofobia e la Transfobia.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 15 maggio 2015
Famiglia: Assistenti sociali, sia definita da affetto e non da legami
(fonte: adn kronos)

“È tempo che anche il legislatore diventi consapevole e, quindi, intervenga con idonei provvedimenti e che famiglie siano quelle definite dall’affettività espressa dalle persone, ancor prima che da un legame giuridico”. Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, alla vigilia della Giornata internazionale delle famiglie.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 11 maggio 2015
Assistenti sociali: immagine stereotipata e distorta
(fonte: Piattaforma Infanzia)
È emerso da una ricerca universitaria e la colpa sembra essere attribuita alla tv del dolore. Piattaforma Infanzia ha chiesto i motivi di questa visione direttamente alla Presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, Silvana Mordeglia.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 05 maggio 2015
Tv e giornali, basta massacrarci: lo sfogo degli assistenti sociali
(fonte: Il Sole 24 Ore, Vita.it)
Un j'accuse senza precedenti, con toni che fanno emergere una vera e propria esasperazione. Il Consiglio nazionale ha presentato  una ricerca che accusa i media di offrire una rappresentazione distorta e offensiva dei social worker, descrivendoli come impotenti, menefreghisti  se non freddi ladri di bambini.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 05 maggio 2015
Professioni: Assistenti sociali, categoria penalizzata da luoghi comuni
(fonte: adn kronos)
Il servizio sociale non gode, in tutta Europa, di una buona reputazione e ciò ha un impatto forte sia sui professionisti che sui cittadini-utenti. Una situazione che gli assistenti sociali affrontano 'allargando le braccia'. E' quanto  emerge dalla ricerca 'Le rappresentazioni del Servizio sociale nei  media', condotta da studiosi e docenti universitari in Germania, Gran  Bretagna e Italia e presentata oggi a Roma in un seminario internazionale organizzato dal Consiglio nazionale degli assistenti  sociali.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 04 maggio 2015
Lavoro: Gli Assistenti Sociali secondo i media
(fonte: redattore sociale, il Giornale delle partite iva)
Come sono rappresentati gli Assistenti Sociali nei media? Una ricerca condotta in Germania, Regno Unito e Italia ha provato a rispondere a questa domanda. I risultati presentati oggi in un seminario organizzato dal Consiglio nazionale degli Assistenti Sociali. “Troppo spazio alla tv del dolore”

scarica il file .pdf Dicono di noi il 30 aprile 2015
Professioni: Assistenti sociali Seminario internazionale su categoria
(fonte: adn kronos)

La figura dell'assistente sociale sarà al  centro del seminario internazionale di studi 'Le rappresentazioni del servizio sociale nei media', in programma a Roma per lunedì 4 maggio (sala Capranichetta, Piazza Montecitorio, 131, ore 9.30-14) nel corso  del quale verranno presentati i primi risultati di una ricerca condotta in Germania, Gran Bretagna e Italia.   "L'assistente sociale - si legge in una nota degli assistenti sociali -  ricopre un ruolo sempre più importante, fondato su saperi forti e  complessi, orientati all'attenzione globale alla persona, ai gruppi, alle diverse forme di famiglia, alle comunità locali, ai soggetti deboli, anziani, minorenni, migranti".


scarica il file .pdf Dicono di noi il 30 aprile 2015
Assistenti sociali: crescono ruolo ed importanza
(fonte: Eventi, Expo 2015 - inserto Il Sole 24 Ore )
Una professione in  rapida e continua evoluzione, a sostegno di famiglie e minorenni in difficoltà, oltre che di immigrati a rischio emarginazione.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 29 aprile 2015
Lavoro: assistenti sociali, anche categoria a rischio incolumità fisica
(fonte: adn kronos)
"Giornata mondiale per la  salute e la sicurezza sul lavoro, promossa dall'Organizzazione internazionale del lavoro, sia occasione per ricordare quanto anche  l'attività quotidiana degli assistenti sociali sia caratterizzata da  forti rischi per l'incolumità fisica di questi professionisti". Così  Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 24 aprile 2015
25 Aprile, La nuova Resistenza degli Assistenti sociali italiani
(fonte: redattore sociale, adn kronos)

“I nostri padri hanno lottato contro le sopraffazioni, le minacce, la libertà negata: hanno combattuto, si sono sacrificati, sono morti per darci un’Italia libera, giusta, democratica.” Dichiara Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, alla vigilia delle celebrazioni per il 70mo anniversario della Liberazione. “Il nostro dovere è quello di raccogliere il testimone per consegnare, a nostra volta, alla giovani generazioni un’Italia migliore di quella che, purtroppo, è diventata.”


scarica il file .pdf Dicono di noi il 20 aprile 2015
Immigrati: Assistenti Sociali, chi avversava Mare Nostrum ora taccia
(fonte: adn kronos)
"Il Mediterraneo non può e non deve diventare una immensa fossa comune per uomini e donne, di ogni età, che cercano di attraversarlo nel disperato tentativo di dare un senso migliore alle loro vite e a quelle dei loro figli". Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 09 aprile 2015
Opg: assistenti sociali, chiuderli questione umanità e diritti
(fonte: ansa,agi)

“Serve vigilare affinché la chiusura degli Opg, gli ospedali psichiatrici giudiziari – ufficialmente sancita da inizio aprile - non rimanga sulla carta ma sia davvero un fatto acquisito e consolidato. Troppi segnali,che giungono da varie città italiane, indicano che molte di queste strutture continuano a ospitare detenuti con infermità psichica senza che nulla, se non formalmente, sia cambiato. Serve ricordare che quanti - nella follia - hanno commesso reati anche gravissimi debbono poter essere curati, in una cornice volta a restituire loro dignità e decoro, e non semplicemente internati sine die”: così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, sulla chiusura degli Opg.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 02 aprile 2015
Autismo: assistenti sociali, più assistenza alle famiglie
(fonte: ansa, adn kronos, vita.it)

“Serve che l’attenzione verso gli specifici bisogni delle persone affette da autismo non si limiti alle iniziative previste nella Giornata promossa dalla risoluzione dell’Onu, ma diventi davvero un impegno concreto di tutta la società civile. L’autismo compromette la capacità della persona che ne è colpita di interagire e di comunicare con gli altri. Ecco perché è corretto parlare di una vera e propria emergenza sociale”: così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali.

Leggi alcune uscite


Dicono di noi il 23 marzo 2015
Giornata Mondiale del Servizio Sociale. Il servizio del Tg1.
(fonte: Tg1)

scarica il file .pdf Dicono di noi il 17 marzo 2015
La Giornata Mondiale del Servizio sociale
(fonte: ansa, adn kronos, agi, dire, LaPresse, 9Colonne)

“Gli assistenti sociali, prodigandosi in situazioni complesse e difficili contribuiscono in maniera preziosa alla necessaria azione di rammendo di un tessuto sociale spesso messo a dura prova. In difesa delle fasce più deboli della popolazione concorrono, soprattutto oggi, ad alleviare disagi, promuovendo condizioni di affermazioni di diritti e di equità e favorendo una maggiore attenzione delle decisioni pubbliche alle istanze della società civile”. Sono questi alcuni passaggi del telegramma che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato alla Presidente Silvana Mordeglia in occasione della Giornata Mondiale del Servizio Sociale.

Tra le iniziative della giornata - alla quale hanno partecipato, tra gli altri, Andrea Orlando, Ministro della Giustizia, Michela Vittoria Brambilla, Presidente della Commissione parlamentare infanzia e adolescenza, le senatrici Giuseppina Maturani, Donella Mattesini e Stefania Pezzopane, il senatore Gianpiero Dalla Zuanna, e l’ex ministro Mariapia Garavaglia - l’appello del Consiglio Nazionale a Governo e Parlamento a "rimuovere le cause delle diseguaglianze sociali", tenendo conto che "per le persone, avere oggi maggiore dignità ed essere riconosciuti come unici e soggetti di diritti è spesso difficile".


Leggi alcune uscite


scarica il file .pdf Dicono di noi il 17 marzo 2015
Welfare: al Senato si celebra domani la Giornata Mondiale del Servizio Sociale
(fonte: agi, Adnkronos, 9colonne, Omnia Press)

Roma, 16 mar. (Adnkronos/Labitalia) - Promossa dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali, con l'Associazione italiana docenti di servizio sociale, l'Associazione nazionale assistenti sociali, il Sindacato unitario nazionale assistenti sociali, la Società per la storia del servizio sociale, si celebra domani, dalle 10.00 alle 14.00, ospitata nella sale di Palazzo Giustiniani del Senato, la Giornata mondiale del servizio sociale.

Leggi alcune uscite.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 13 marzo 2015
Sociale: martedì Giornata mondiale al Senato con Orlando
(fonte: Agi)
Una giornata di riflessione sul contributo del servizio sociale allo sviluppo, dal punto di vista etico, delle persone e delle loro comunità. E' l'iniziativa promossa per martedì 17 marzo dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali in occasione della "Giornata mondiale del servizio sociale" promossa da International Federation of Social Workers, International Association of Schools of Social Work e International Council on Social Welfare. 
In Italia l'evento verrà ospitato dal Senato, a Palazzo Giustiniani, e vedrà la presenza, tra gli altri, del Ministro della Giustizia, Andrea Orlando.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 12 marzo 2015
Martedì al Senato Giornata Mondiale Servizio Sociale con Ministro Orlando, promossa da Consiglio Assistenti Sociali
(fonte: Dire, redattore sociale)
"La promozione della dignità e del valore delle persone e' strettamente connessa al tema del welfare e a quello dello sviluppo delle comunità  in cui le persone vivono: una comunità in cui sia possibile la piena espressione della propria personalità, infatti, è anche una comunità che restituisce valore e dignità alle persone e consente loro la realizzazione dei diritti universalmente riconosciuti". 

Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio Nazionale degli Assistenti Sociali, che in occasione della Giornata mondiale del servizio sociale promuove una giornata di riflessione sul tema. 

L'appuntamento è per martedì 17 marzo a Roma, in Senato, presso Palazzo Giustiniani. Partecipa il ministro della Giustizia, Andrea Orlando.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 24 febbraio 2015
25 Aprile, La nuova Resistenza degli Assistenti sociali italiani
(fonte: redattore sociale, adn kronos)

“I nostri padri hanno lottato contro le sopraffazioni, le minacce, la libertà negata: hanno combattuto, si sono sacrificati, sono morti per darci un’Italia libera, giusta, democratica.” Dichiara Silvana Mordeglia, Presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, alla vigilia delle celebrazioni per il 70mo anniversario della Liberazione. “Il nostro dovere è quello di raccogliere il testimone per consegnare, a nostra volta, alla giovani generazioni un’Italia migliore di quella che, purtroppo, è diventata.”


scarica il file .pdf Dicono di noi il 23 febbraio 2015
Carceri: Assistenti sociali, bene pugno di ferro ministro
(fonte: Ansa, adn kronos)

"L'episodio degli insulti su Fb a un detenuto suicida è inqualificabile.  E' il sintomo di un malessere sordo e profondo che mal si addice alla importante e fondamentale funzione che - silenziosamente - la polizia penitenziaria svolge quotidianamente all'interno delle carceri italiane": così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine degli Assistenti sociali, che plaude al "pugno di ferro" del Ministro della Giustizia Orlando.


scarica il file .pdf Dicono di noi il 31 gennaio 2015
Mattarella: Mordeglia, Assistenti sociali: 'interverrà contro disuguaglianze'
(fonte: ansa, asca, omniroma, redattore sociale)
ROMA, 31 GEN - "Vivissime congratulazioni e auguri per l'elezione alla massima carica dello Stato nella certezza che, quale nuovo capo dello Stato, lei sapra' certamente esercitare tutta la sua influenza perche' temi come la lotta alle nuove poverta' e alle diseguaglianze sociali diventino le effettive priorita' del Paese".

Cosi' Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti sociali, in occasione dell'elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 28 gennaio 2015
Shoa: Assistenti Sociali, Giornata Memoria riflessione per futuro migliore
(fonte: Adn kronos)
''La Giornata della Memoria, dedicata alla Shoah, deve essere un momento di riflessione e di forte impegno per tutti per progettare un futuro migliore, una vera società multietnica e multiculturale, costruita sulla libertà, l'uguaglianza e la democrazia: un insieme di comunità nella quale sia sconfitto per sempre ogni fenomeno di nuova intolleranza, discriminazione e razzismo''. Così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine degli assistenti sociali.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 14 gennaio 2015
Napolitano: assistenti sociali, sempre attento bisogni deboli
(fonte: Ansa, agenparl, redattore sociale)
"Viva gratitudine per la vicinanza e l'attenzione sempre dimostrate nel corso del suo mandato presidenziale verso i problemi e i bisogni dei più deboli e dei più indifesi. È questo il sentimento che a nome del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, di tutti i colleghi e mio personale desidero esprimerle, signor Presidente, nel momento in cui lascia il Quirinale": così Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti sociali, in una nota.

scarica il file .pdf Dicono di noi il 08 gennaio 2015
Strage Parigi: Mordeglia (Assistenti sociali), 'orrore senza fine; serve non confondere l’Islam con il terrorismo'
(fonte: Ansa, Adn kronos, 9Colonne)
“La strage di Parigi è un orrore senza fine: persone innocenti sono state uccise da assassini che hanno preso a pretesto la religione per compiere il loro barbaro gesto. Ma i valori di libertà e uguaglianza propri di quanti, come noi, lavorano per costruire una società più giusta fondata sul rispetto dell’altro sapranno ancora una volta prevalere sulla barbarie. E questa società sarà tanto forte e salda quanto maggiore sarà la sua capacità di non confondere l’Islam e la tradizione millenaria di questa religione con la furia barbara e sanguinaria del terrorismo che oggi si è abbattuto su Parigi. Sta a noi, dunque, proseguire nella strada della tolleranza, della valorizzazione delle differenze e dell’integrazione”.