Menu istituzionale
Menu principale
Contenuto della pagina
Sei in:   Home Press and Media News 2019 Sgombero Cara Castelnuovo di Porto: la consigliera Maria Concetta Storaci e la collega Anna stamattina su Radio Radicale e Radio3 Rai

Sgombero Cara Castelnuovo di Porto: la consigliera Maria Concetta Storaci e la collega Anna stamattina su Radio Radicale e Radio3 Rai

condividi su FaceBook invia con Twitter

23 gennaio 2019

“Noi siamo da sempre favorevoli a una accoglienza diffusa e condivisa con la comunità locale e i sindaci. Siamo da sempre contrari ai megacentri che ospitano i richiedenti protezione internazionale in Italia, sorti in questi anni più per l’inadeguatezza del nostro sistema di accoglienza che per dare una risposta agli arrivi dei migranti.


Non possiamo però che condannare le modalità messe in atto a seguito del Decreto Sicurezza nello svuotamento di CARA e CAS: donne e uomini, da oggi in tanti invisibili, che vedono all’improvviso interrompere qualsiasi legame, qualsiasi rapporto con la rete di supporto alla loro integrazione, spezzati i legami, interrotto nuovamente il tentativo di guardare al futuro.


Questo non è creare sicurezza in Italia, questo è solo consegnare chi ha diritti alla malavita, al lavoro sommerso, ipotecando un futuro che costerà molto e molto di più in termini economici di quanto oggi viene considerato come risparmio per lo Stato’’.


É quanto ha detto questa mattina Maria Concetta Storaci, consigliera nazionale ed esperta di immigrazione, nel corso di un'intervista a Radio Radicale in merito alla vicenda dello sgombero del Cara di Castelnuovo di Porto.  Qui il link all'intervista.


Sulla stessa vicenda è intervenuta, sempre oggi, a "Filo diretto-Prima pagina" di RaiRadio3 anche la collega Anna, denunciando che le decisioni che il Ministero dell'interno sta adottando verso il CARA alle porte di Roma e verso altri centri avranno conseguenze sugli ospiti di queste strutture e sui numerosi operatori che vi lavorano. Qui il link alla trasmissione di oggi.



Ringraziamo Radio3 Rai per aver dato voce agli assistenti sociali.